Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

in lembo di mare

in lembo di mare

 

La mia giornata, in una sera che si accinge ad arrivare  volge al termine. Dopo il solito stress quotidiano il frenetico  corri corri costellato da mille impegni mi fermo un attimo a respirare aria,  densa, spumegiante, che sa di mare. davanti a me un  armonioso paesaggio uno dei tanti capolavori che la natura offre, una spiaggia deserta dove il mare rientra, un piccolo lembo quasi a disegnare una poetica virgola. In   questo meraviglioso scorcio di mondo, rifletto velocemente sull’ andamendo della giornata, e questo paesaggio cosi bello mi trasporta a riflessioni rapide anche sulla mia vita, sul momento che sto attraversando. Ne deduco che fare proggetti a lunga scadenza non è cosa giusta, navigo a vista sensa pensare troppo colgo l’ attimo  ripongo le mie paure, i miei dubbi e  considero  che tutto sommato va bene cosi’. Giunto sul piccolo molo assaporando la brezza salmastra del mare.Mi accorgo del saluto appena accennato di un anziano pescatore  scuro in volto dal troppo sole preso oggi,  in un una giornata calda anche troppo per essere solo inizio marzo, il suo viso avezzo a i raggi solari rugato, segnato dal tempo. Mi soffermo con lui a scambiare due chiacchiere. Una chiaccherata banale semplice sul mare , sul tempo, l’ uomo  mi parla flemmatico,  lento,  dice  che  domani  sarà ancora bel tempo, ma nell’ arco di un paio di giorni,  cambiera di nuovo tornerà il freddo. Io alzo le spalle con rassegnazione e e bofficchio con un filo di voce che ci vuoi fare, ci prendiamo quel che viene. Poi irruento mi dice con timbro di voce diverso ragazzo; fumi troppo sei ancora giovane smetti, io fumavo tanto tantissimo, ma dieci anni fà “zà” dalla sera alla mattina basta, non ho fumato più. Gli rispondo tranquillo con un pò di serena non curanza ,  beato te che ce l’ hai fatta, io non riesco e mi accendo l’ ennesima sigaretta,  ringranziandolo comunque per il prezioso suggerimento  lo saluto. Faccio pochi metri e sul viale di un lungomare deserto, incrocio una donna non alta bella in viso. Una prostituta sicuramente, una delle tante, che bazzicano quel posto nelle stagioni non estive, lo intuisco dal suo sorriso ammaliante che mette in mostra dei  denti, non proprio smaglianti e neanche troppo lineari. Con cenni Inequivocabili mi invita a usare il suo corpo, a dire il vero neanche troppo attraente, declino gentilmente l’ invito  risorridendogli.Me ne vado, salgo in macchina vasco rossi alla radio canta una “splendida giornata” io penso che la giornata non è stata splendida ma normale solo vita, pura semplice vita.  Riavvio il motore e sereno torno a casa.

Annunci

Commenti su: "in lembo di mare" (2)

  1. Virginia ha detto:

    ha ragione il vecchino, smetti di fumare…
    il mare è bellissimo d\’inverno, specie dopo una giornata di sole

  2. Maila ha detto:

    Nazareno, questo tuo scorcio di vita è un quadro!!!Sai dipingere la vita, la sai rendere palpabile ed io…ho passeggiato con te, vicino a quel mare, d\’incanto…TU, SAI SCRIVERE.    E, benissimo!!!Grazie, per le belle emozioni che mi hai fatto assaporare!   La tua vita, non è vuota, è piena… di tutto ciò che vale.Buon fine settimana e serena , dolce notte.Ciao, ragazzaccio!!!      Bacioni.Maila

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: