Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

Archivio per novembre, 2008

ricordate questo individuo

nel mese d’ aprile ho fatto un post su di lui

il mio amico angelo “turchetto” eccolo qua di nuovo

 

foto 3 043

 

 

auguroni angelo

 

 

 

mezzo secolo e non sentirlo

 

 

ha organizzato una grande festa in

suo onore che alla fine per quanto è timido si vergognava anche a farsi vedere in giro grande angelo .

ovviamentela regia è stata curata dalla sua stupefacentee moglie la “grandissima cleofe”

 

 

foto 3 041

angelo e cleofe

 

ancora momenti della festa

 

foto 3 036

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

foto 3 028 foto 3 030 grazie per esserci amico

e “mo’ non te monta’la testa”  non hai vinto  nulla ti sei solo invecchiato.!!!!!!!!

foto 3 027

Annunci

ne conosco tanti ora anche questi

 

 

foto1 115 uno più uno meno   cazzarola e non sono neanche gratis

OMAGGIO A LINDA

 
UNA GIOVANE ARTISTA DI SPICCATO TALENTO DI CUI
POSSO AFFERMARE CON ORGOGLIO DI ESSERE SUO AMICO!
ECCO A VOI LINDA:
 
" UN DUBBIO "
 
 
IL NUOVO SINGOLO : " PASOLINI SCRIVE "
 

tre

foto2 038

tre rose tre.

per dirti tante cose

si rose appassite ma vive

come i miei pensieri

tre le ore che i miei occhi riposano

senza te

notti lunghe in attesa di te del tuo corpo della tua anima

il silenzioo di un lampo il fragore di un tuono

risvegliano le mie paure

tu

i miei respiri  perdersi nel vuoto

tu

che non ci sei

per dirti tante cose per donarti

ancora tre rose

per dirti ancora si ancora ed ancora

ti amo

si tre rose tre cose

io ti amo

 

ben tornatata

 

 

foto2 037

milano

mi  piacciono  i tuoi    quadri   grigi le  luci  gialle i  tuoi cortei o  milano  son  contento che  ci sei

SDC10414

meno frenetica più umana cosi mi appare in una domenica  tenue di novembre. bella stranamente familiare, non soffocante, non asfissiante,  ma placida, calorosa, sopita milano da vivere  me la godo trastullandomi lentamente. via brera via della spiga via montenapoleone poca moda tanta gente comune poi piazza duomo, lui con le sue guglie mi scruta maestoso.SDC10430

SDC10409

e si proprio picevole girovagare per milano sentirlla lentemente sussurare poi col passare delle ore vederla diventare più impetuosa ma sempre aggraziata nelle movenze

SDC10397

e si milano son contento che ci sei

SDC10433 SDC10402

SDC10412

 

a proposito di obama

ieri ho pubblicato un post su obama. orgoglioso di questo giovane presidente, si è vero sono orgoglioso e contento. trovo giustificato il fatto che più di mezzo mondo sia felice di questo evento, ma ora non  facciamoci prendere da facili entusiasmi. si sodisfatti di questo straordinario evento, però rimaniamo orgogliosi del nostro mondo, del nostro vissuto, io sono anche orgoglioso di essere amico di yusuff giovane ragazzo senegalese studente in medicina al 5° anno, elegante e nobile nel suo modo di essere che per vivere vende accendini e cd  taroccati con una dignita smisurata .

oppure essere amico di mustufà corpulento omone,  anche lui di colore, una moglie cinque figli,ma sempre sorridente nonostante tutti i problemi che possa avere un immigrato lontano dalla sua terra, dalla sua famiglia  che per campare vende di tutto e di più, dalle radioline ai braccialetti colorati, per rendersi più simpatico di quello che è sciorina decine di proverbi abruzzesi e marchigiani il suo preferito è: "una noce sola dentro lu sacco nun cioccola". e si caro mustafà hai proprio ragione una noce sola nun cioccola no nun cioccola per niente.

 

 

 

                        africa

la rivincita dello zio Tom

Obama urrà

  

Per la prima volta o quasi mi sono sentito vicino all’America

orgoglioso che un afroamericano sia entrato dalla porta principale della casa bianca costruita con sudore dai i suoi antenati ( schiavi “negri” ) nell’ anno 1800. Un evento storico importante che forse non cambierà il mondo ma sicuramente darà una bella svolta una ventata di aria nuova, fresca almeno spero.

Questo giovane presidente “abbronzato” sono certo traccerà nella storia un segno indelebile. Ma gli onori allo sconfitto vanno comunque fatti, ad un galantuomo come John Mc Cain che nel discorso conclusivo   imputava la  responsabilità della sconfitta solo a se stesso, dichiarava inoltre con solennità:”Obama stamattina era il mio avversario da questa sera è il mio presidente, dio benedica lui e tutti coloro che lo hanno sostenuto”. Che dire??.. alla faccia dei nostri beneamati politici che continuano a litigare ad oltranza inconcludenti ed asfittici. Ancora dopo 6 mesi dalle elezioni  tutti i giorni ci servono porzioni di aria fritta!!! e bravi !!!!!!!! Allora  evviva l’America che i nostri politicanti andassero a lezione da loro, presidente del consiglio in testa che con le sue battute da bar ha rotto proprio i …….. invece di pensare alla nazione che lentamente si sta spegnendo, pensa a dire e sigh a fare cazzate, ma soprattutto i cazzi suoi.

zio tom

 

 

il presidente degli

 

stati uniti d’ america

 

 

barack obama06112008(001) complimenti

 

 

e speriamo bene.

Tag Cloud