Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

seduti ……………….

Seduto al tavolo all’ esterno di un bar. Sono qui che mi distraggo nel niente senza avere pretese di concludere un cazzo, scrivo. Di fronte ho,  non proprio di fronte forse è più corretto  dire di lato, due donne, anche loro sedute, che parlano tra loro- chiaccherano  poi chiaccherano…. logorroiche. Una delle due in specialmodo,non stà mai zitta; da quel pò che si evince il loro argomento è imperniato sull’amore. La bionda forse rossastra, non capisco bene,  il colore dei suoi capelli, sono certo, non è naturale, indossa occhiali dalla montatura trasparente, banalmente comune,  non è bella, magra, piccolina, insignificante direi. L’altra donna  l’ho di spalle, ha una figura slanciata è mora,  naturale credo.  Parla meno dell’altra, ascolta e annuisce . Non vedo il suo viso.  Di loro in fondo non m’interessa nulla. Trovandomi in una cittadina balnaere  semi deserta, in questo giorno non troppo freddo d’inverno-  contemplo il mare,  questo  l’ho davanti.  D’altra parte dopo il mare cosa cè? logico la iugoslavia, bè  io la chiamo ancora così, oggi Croazia. Invece davanti ad un altro mare,il mediterraneo, cè l’ Africa, oggi polveriera alquanto  in fermento 

 In primo piano Gheddafi, dittatore libico, in sella al suo governo da troppi anni etichettato come amico, del nostro Eccellentissimo primo ministro, Dott. ing. Silvio Cavalier Berlusconi. Questo “signore” parlo di Gheddafi, visto insiediato e messo in pericolo il suo regno  pensa che non cè niente di meglio che far alzare in volo gli aeroplani dell’esercito, per bombardare il suo popolo che manifestava nelle piazze di Tripoli, capitale Libica, causando così diverse vittime, fonti ufficiose parlano di circa mille morti, solo nell’occasione- ma il totale complessivo delle vittime ad ora è di circa diecimila e circa cinquantamila feriti – sconvolgente. A me sembra che questa sciempiaggine tra l’altro di una gravità inaudita è stata sottovaluta dai governi occidentali che si sono limitati ad inoltrare le solite proteste formali nulla più. Le reazioni non mi sono parse certo adeguate. Il nostro governo poi  è proprio assente anche se  dovrebbe essere per logica quello più interessato. Il ministro degli esteri Fratttini è praticamente inesistente. Berlusconi in uno scarno comunicato ha detto sottovoce che il gesto compiuto dal colonello Gheddafi è intollerabile. Troppo poco. L’Italia geograficamente è situata davanti alla Libia e presto ci troveremo ad arginare faticosamente il flusso umano che fuggirà via da quel paese e  si riverserà numeroso sulle nostre coste. La comunità Europea latita non ci aiuta in questo, l’ha detto molto chiaramente a parte aiuti di carattere economico – sicuramente non sufficienti e l’invio di tre funzionari, dico tre, non farà altro.  Anche questa presa di posizione mi pare molto  discutibile. Da non dimenticare che la Libia è il nostro primo fornitore di petrolio circa il 25%, il quarto di gas. Considerando che molte nostre imprese hanno sede in loco,dando  lavoro a migliaia di nostri concittadini  sono a rischio, ci sono in corso delle sospensioni delle attività produttive.  Di conseguenza il danno  potrebbe avere effetti catastrofici per la nostra Nazione. Questo è lo scenario che  si prospetta per il futuro, non è sicuramente dei migliori. Io non voglio fare approfondimenti per meglio  sviscerare tale situazione, non mi appartiene; penso solo che  ad essere ottimisti, ci vuole molta fantasia. Considerato anche che la libia non è l’unico paese in ebollizione in questo momento. Abbiamo già assistito a turbolenze in egitto, dove lo “zio ” di Rubi,  ilPresidente mubarak è stato deposto.In tunisia è successa la stessa cosa: l’iran e l’algeria sono pronti ad esplodere. Dietro questi animi di rivoluzione sono celate le potenze internazionali. Di mezzo ci sono interessi commerciali ed economici mastodontici, in questo specchio d’ africa, così che tali fonti di potere sono costrette malgrado a garantire che le cose non degenerino a loro sfavore. In tutto questo si combatte s’insorge nel nome di Dio infuocando gli animi già di per se agitati degli integralisti Islamici, (ora io giù  ci manderei Calderoli che qualche tempo fa sfoggiò una maglietta anti islam in maniera del tutto inoppurtuna essendo lui anche un ministro della Republica Italiana) questa è la situazione ed è tristemente ingarbugliata,  foscamente  grigia. Le due donne che vi ho descritto sopra , sono ancora qui sedute, che cianciano imperterrite continuando nei loro discorsi, – focalizando il sentimento, l’amore in primo piano. Io seduto che scrivo e distrattamente ascolto. Bè direte voi che c’è di strano,  cosa c’entrano queste due donne, con la situazione internazionale, forse niente semplicemente, rifletto che qui in questo momento  è apparentemente  tutto tranquillo,  si vive, si sente l’ondeggiare sinuoso del mare, si parla d’ amore  stando comodamente seduti.  Non sappiamo che forse siamo seduti sul cratere di un vulcano che può esplodere da un momento all’ altro …….Speriamo di NO……………. auguriamocelo.

il gasdotto di greenstream in libia, di cui l Eni ha annuciato la chiusura. Qui è il caso di accendere un cero al clima che  torni benevolo presto, altrimenti per l’ italia al contrario di ciò che dicono i nostri illustri governanti saranno dolori.

Annunci

Commenti su: "seduti ………………." (21)

  1. silvia in fondo al cuore ha detto:

    La situazione è preoccupante davvero…..ma sai, come sempre, quando le cose non ci riguardano personalmente…..quando non ci si è proprio in mezzo……non appaiono mai così gravi, sembra a molti di guardare un film…. Speriamo, come dici tu, che si ritorni gradualmente alla normalità. Ciao Naz, ti auguro una buona giornata, un abbraccio!

  2. ciao silvia un bacio e speriamo bene buonagiornata anche a te

  3. ciao nazzareno il quadro fatto è cosi preciso …che nn lascia spazio all’ottimismo…
    io sn davvero preoccupata… e concordo con te con il fatto che l’italia in modo particolare nn sta facendo nulla
    troppo preoccupata di nn rovinare troppo i rapporti amichevoli con il cugino gheddafy
    nn la vedo bene…spero di sbagliarmi… ma ci sn tutti i presupposti x il peggio… speriamo di no… che possiamo fare noi ? gridare? scendere in piazza? pestare i piedi… prendere a sberle qualcuno???… speriamo e preghiamo… x la salvezza di tutti i popoli che si trovano in difficoltà compreso il ns… ciao buona giornata

  4. Ti prego, cambia la grafica, così è difficile leggerti!

  5. Una situazione veramente molto delicata, in diverse maniere noi ne siamo coinvolti, ma a quanto pare chi dovrebbe muoversi più decisamente per ora sussurra solamente. La vedo alquanto brutta, speriamo bene o ne pagheremo le conseguenze, in una maniera od in un’altra, pure noi.
    Ciao, Pat

  6. E’davvero incredibile ma ci sono persone che in presenza di un pericolo incombente preferiscono ignorarlo, continuare imperterrite come se non esistesse. Pazienza quando si tratta di gente comune, ma quando a farlo sono i governi allora diventa grave, pericoloso. Tutta questa situazione è veramente drammatica e se non si interviene in fretta per arginarla potrebbe avere conseguenze pesantissime per tutti. E, a prescindere da questo, bisognerebbe comunque affrettarsi a fermare un pazzo per cui la vita del suo popolo vale meno di niente.
    Ciao, Naz

  7. mi fa “sorridere” pensare che pochi mesi fa Gheddafi osò elargirci grandi lezioni di democrazia, wow…

    come disse qualcuno l’Italia è la sua Disneyland, in effetti…

    chissà come mai per casi irrisolti come Ustica, vergogna del nostro Paese, il Colonnello non ha mai voluto elargire altrettante verità….

  8. Ciao Naz.io personalmente ho iniziato a preoccuparmi già dai primi problemi nati in Tunisia e questa situazione la sento molto “pericolosa”sotto più punti di vista…
    Non sono troppo ottimista…spero di sbagliarmi…
    Buona giornata ciao.

  9. Il quadro che hai dipinto è veramente nero….direi da incubo.
    La situazione che stiamo vivendo è molto delicata e noi ne siamo coinvolti a pieno titolo.. La vedo decisamente brutta, speriamo solo di non doverci svegliare con i missili che ci piovono in testa…
    Buon pomeriggio Nazz e speriamo bene….

  10. Quello che mi preoccupa ma soprattutto mi indigna è l’inerzia dell’Europa intera che in questo momento ci scarica tutte le responsabilità e dice che l’accoglimento dei profughi va fatto solo volontariamente…bella solidarietà.

    Buona serata 🙂

    Loredana

  11. Non ci resta che piangere diceva uno.
    Ma io aggiungo, se non ci diamo una mossa
    a riscoprire e risvegliare valori e coscienze …altro che
    piangere.

    Sempre fantastico il tuo novellare
    Felice sera
    Gina

  12. si le considerazioni da voi fatte son condivise da me. il quadro che ho realizzato è fatto su informazioni non di regime. ma segrete a nessuno. mi sono limitato a dire lo stretto necessario. per non dilungarmi ma cose d’ aggiungere cè ne sarebberò ancora molte.sicuruamente la testa del folle colonello cadrà. prima di questo ci saranno ancora purtroppo tante vittime .l ‘europa si stà comportando come ponzio pilato è vergognoso.e il nostro pseudo governo non è sicuramente all’ altezza .pensa all’ immunita parlamentare processi brevi e altre cose che interessano a loro. grazie per aver lasciato le vostre opinioni.

  13. niente di strano Naz…il mondo và a rotoli, l’italia non è da meno…..a volte ascoltare frasi di perfette sconosciute che parlano di un sentimento dolce come l’amore aiuta per un attimo a distoglierci dai grossi problemi..buonanotte

  14. Ciao, Zabachetti!!! Il tempo ..fuggit…davvero! La maledetta suona…eh, anche x me, alle 6 e 15. grazie ler il “buona guarigione”…che sta’ gia’ facendo effetto. Non e’ che il problama stia in questo raffreddore in particolare. E’ che, quando da novembre a marzo te ne becchi 4, 5, 7…che palle!!!! D’estate sono sano come un pesce, ovvio che il periodo maggio-settembre sia il mioperiodo preferito: “de salute non disputandum”-sulla salute non si discute-.
    Ciao, Zabachetti….Ah, il mio cognome e’…Vargiu, tipoco cognome …fiorentino.
    Chiraro che e’ sardo….(^_^)Se nun se schreza….*.in romanesco…*e’ il colmo!!!
    A si iscriri de nòu cun amistadi”-a …riscirverci con amicizia…ecco, questo e’ sardo, indubbiamente. Ciao.
    Marghian

  15. Sono troppe e da molto tempo in atto tensioni nel mondo arabo, in Libia ma non solo. E la gente-parlo della gente..gente, i cittadini- e’ esasperata.
    Non sono un grande lettore, ma ho buona memoria e ricordo, in un documentario sullo sfruttamento delle masse lavoratrici, questa frase: “non si puo’ spremere la materia umana fino a farle sputare oro, senza che questa ad un certo punto questa si…ribelli”.

    O le parole di Bob Dylan:

    “Come you masters or war…you that build to destroy, ….you that build your death plans, you tha build all the bombs….I will stand on your grave….till I’m sure that you’re dead”
    (venite, voi maestri della guerra….voi che fate progetti di disturzione, voi che pianificate progetti di guerra…voi che costruite tutte le bombe…Io staro’ in piedi sopra le vostre tombe..fìino a quando saro’ sicuro…che siete morti”).
    Parole dure, “di vendetta” che io non condivido. ma la rabbia della gente-libica e non solo- e’…questa, contro i…signori della guerra-masters of war-. Ciao.

    Marghian

  16. Naazzareno..immaginavo, “da nazz”!Ho un amico, che si chiama Nazzareno….e una che si chiama Nazzarena!!! E’ un terremoto, fa’ la cuoca in un ristorante del mio paese….quando c’e karaoke, ella…si lancia a cantare Cocciante-in quella canzoni da “arrabbiato” come bella senz’anima”….e’ tremenda!!!!
    Ciao, Nazzareno!

    Marghian

  17. simolove ha detto:

    Ciao Nazz.. senti ti lascio solo un saluto, sono di corsa ma tornerò a leggerlo tutto, un abbracciooo:)

  18. Ma sai ..a volte i vulcani devono esplodere … le cose devono cambiare e anche in modo violento se non ce n’è un altro .. madre terra si ribella .. i suoi figli anche … credo siano tempi di grandi cambiamenti e di sicuro i comunicati del cavolo e i piccoli meschini esseri che ci governano possono fare poco …
    un abbraccio…

    elisa

  19. Un pensiero per una piacevole
    Domenica

    Con simpatia
    Gina

  20. Ciao naz, le tue preoccupazioni sono quelle di tutti noi, siamo troppo vicini per non subire l’onda d’urto di ciò che accade in Libia. Purtroppo tutte le dittature,alla fine si sgretolano in un bagno di sangue, è la reazione di uomini pazzoidi e ubriachi di potere, che vedendosi sfuggire dalle mani il loro impero fanno dietro di se terra bruciata, facci caso, è sempre stato così. un abbraccio e buonadomenica, Maria.

  21. Ciao amicone mio, pensa un pò…. vivendo in Sicilia sono praticamente “davanti” a questo quadro di orrori e sono la porta di accoglienza per tutti gli sfollati che in patria vivono con poco più di due euro al giorno, sognano una vita migliore approdando in Italia. Una volta arrivati si sentono come uno che ha vinto alla lotteria il primo premio…. cosa possiamo fare noi che sbattiamo tutto il giorno per un misero stipendio che basta appena per sopravvivere decorosamente, e intanto la pubblicità propone un mondo tutto da vivere con auto nuove da comprare e da mantenere, la benzina continua ad aumentare, e donne felici che sfoggiano calze e intimo nuovo e fanno la spesa dove si risparmia così tanto che sembra tutto gratis. Non sò onestamente dove stiamo andando a finire…. la situazione mi fà molta paura, i nostri figli che futuro avranno…. Ti abbraccio e ti auguro un buon lunedì.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: