Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

un soffio per ALDA

i poeti lavorano di notte

graffiandosi l’ anima .

i poeti giocano con il loro tempo

 sboccian dal cuore le parole 

c’ impastan frasi.

i poeti lavorano di notte

 nascosti dentro una stella

bagnati dalla luna.

 i poeti amano l’ istante

arraffano alla vita

sottraggono memorie,

 non hanno

 né presente né futuro.

vivono di ricordi

di un passato, mai passato

i poeti,

scrivono di notte

 angeli rubati all’ infinito

                                            nazzareno (zè)

Ho voluto dedicare questi versi ad una grande artista…  perchè amo la sua poesia, amo la notte, amo il silenzio,  ben lungi da me,  neanche lontanamente paragonarmi a lei. Con lei condivido solo il giorno di nascita 21 marzo. Nessuna presunzione, nessuna ambizione artistica che s’ avvicini alla definizione,  di essere considerato poeta. Assolutamente niente di ciò.Qualcuno disse: quando si scrivono versi e poesie in età non propriamente adolescenziale o si è poeti o folli  o scemi . Io poeta non sono.  Purtroppo neanche adolescente!

Annunci

Commenti su: "un soffio per ALDA" (31)

  1. silvia in fondo al cuore ha detto:

    bellissimi versi……per una grande artista, ognuno di noi è un essere unico, non ha senso paragonarsi ad altri…..e quando si riescono ad esprimere sentimenti ed emozioni in versi……si è poeti, ognuno a modo suo. Buona serata Naz, un abbraccio.

  2. è molto bella questa poesia. è perfetta per questa grande poetessa che nella vita ha tanto sofferto. non ti sminuire sei bravissimo anche tu, e non condividi con la grande alda solo il giorno della nascita, ma anche la vena poetica.. ti abbraccio.

  3. bellissima questa poesia….anch’io adoro i versi della Merini…e……
    tranquillo NON sei folle!
    dolce notte poeta 🙂

  4. ma grazie a voi tre. in una serata non proprio stellata per il mio umore, tre belle donne che mi fanno i complimenti è un vero toccasana. un abbraccio e un sorriso.

  5. Esprime passione e gioia di vivere come pochi altri ….
    ti lascio la canzone che Vecchioni le ha dedicato …

    un abbraccio e dolce notte …

    elisa

  6. eh, caro nazZ,,,
    Alda è Alda…
    avrei voluto tanto fumare una sigaretta con lei..
    ca..o!!!! non ho creduto al mio sogno…folle? no tanto scema.Io.
    bacio
    vento

  7. Adoro Alda Merini, e questa poesia è bellissima, ma non la conoscevo, mentre conosco bene quest’altra, sempre sullo stesso argomento, che ti posto alla fine del mio commento. E’ meravigliosa la foto della poetessa che, anche da anziana, non rinuncia all’esibizione della sua rotonda femminilità. Complimenti, Nazz, si vede che sei nato lo stesso giorno sia di Alda che di mio padre 😀 e per questo mi stai ancora più simpatico!

    I poeti lavorano di notte

    quando il tempo non urge su di loro,

    quando tace il rumore della folla

    e termina il linciaggio delle ore.

    I poeti lavorano nel buio

    come falchi notturni od usignoli

    dal dolcissimo canto

    e temono di offendere iddio

    ma i poeti nel loro silenzio

    fanno ben più rumore

    di una dorata cupola di stelle.

  8. M’inchino alla Poesia.
    Altre parole non servono.

    A Te dico solo che la Tua Anima
    è bella e delicata
    Gina

  9. Bellissima la tua poesia, io sto bene a parte il lavoro che l’azienda dove ero è fallita !! be li troveremo soluzione! Tu come stai?
    Poi vero lo scrivere rimane lo spazio eterno della nostra libertà, cosa che ho capito bene e penso che sappia anche tu, rimane per me a oggi libertà ed energia, in mezzo a un mondo che tutto vuol divenire a forme identiche.
    ciao e buona giornata
    daniele

  10. Adoro la poesia di Alda Merini, fa vibrare le corde più profonde del cuore…grazie Naz per questo post, sei davvero un animo sensibile e delicato, ti abbraccio!

  11. Simona ha detto:

    Buona giornata Nazzareno..

  12. Questo di Lei ha scritto Giorgio Manganelli
    ( nel retro del libro Diario di una diversa):
    Di rado è stata più fermamente sperimentata la qualità della parola impegnata nella ricognizione dell’ inferno: la felicità di questo testo si Alda Merini non è altro che l’incontro con la perfezione del dolore; la salvezza è il battesimo verbale della disperazione.
    Io aggiungo che Alda era ed è l’icona della Poesia tutta.

  13. Caro Nazzaremo, a me non dispiacerebbe essere considerata folle o scema..piuttosto che saggia e algida.
    La follia consente spettacoli e rappresentazioni dell’anima in maniera autentica, genuina, senza filtri di compromessi, ragionamenti, ipocrisie, patteggiamenti.
    La tua poesia è bellissima, Alda è un genio.
    felicità sempre
    Vera
    .

  14. anche io amo la Merini.. e la sua poesia…
    belli i tuoi versi!
    a presto
    Luisa

  15. Molto molto bella !!! Complimenti !!!! Buonaserata.

  16. Eh si bellissima questa poesia..e favolosa la Merini io la adoro….!!!!!
    Carissimo….ti mando un abbraccio..un bacione e ti auguro una notte favolosa…..baci bacioni…
    x te :

  17. lascio questo commento per dirvi solo grazie. Amo scrivere voglio farlo sempre al meglio delle mie risicate possibilità, in questo modo mi trovo,mi costruisco ,capisco anche grazie ai vostri blog dove posso assaporare le vostre sensazioni, emozioni , idee, pensieri appunto il vostro vissuto.Trovo buona cosa questo nostro interloquire attraverso questo spazio. peccato che a volte manchi il tempo per stare dietro a tutto ma si sà la vita oggi è frenetica, si và di corsa troppo per i miei gusti. La Merini si è un genio. Una grande poetessa, una persona che amava la vita a tutto tondo nè ha pagato spesso le consenguenze, sicuramente non si può dire certo che non abbia vissuto in maniera autentica , lasciando traccie chiare e significative del suo passaggio. Ancora grazie per i vostri complimenti che mi fanno sentire bene. buonanotte.zè

  18. Grande poetessa e bellissima ogni sua poesia.
    Visto che vi accomuna il 21 Marzo…lascio questi suoi versi, molto molto intensi

    Sono nata il ventuno a primavera
    ma non sapevo che nascere folle,
    aprire le zolle
    potesse scatenar tempesta.
    Così Proserpina lieve
    vede piovere sulle erbe,
    sui grossi frumenti gentili
    e piange sempre la sera.
    Forse è la sua preghiera.

    Un saluto e un augurio a te 🙂

  19. Se è per questo moltissimi dicono (dico) scemenze, ma a noi checcefrega. Continua a scrivere.

  20. Monica ha detto:

    Bellissima poesia Nazzareno…sfrutto ocasione per augurarti buona Pasqua…con simpatia Monica:)))

  21. Semplicemente bellissima, Nazzareno…

    Pure io amo Alda Merini, ho moltissimi dei suoi libri, che rileggo specialmente alla sera prima di addormentarmi.
    Una poesia è un balsamo per il cuore…
    Un abbraccio, un bacione e l’augurio per una serena Pasqua.

    Loredana

  22. Uno splendido omaggio, una delle poesie che più amo della grande Alda Merini
    Ciao, pat

  23. A me è sempre piaciuta

    “Ascolta il passo breve delle cose
    -assai più breve delle tue finestre-
    quel respiro che esce dal tuo sguardo
    chiama un nome immediato:la tua donna.
    E’ fatta di ombre e ciclamini,
    ti chiede il tuo mistero
    e tu non lo sai dare.
    Con le mani
    sfiori profili di una lunga serie di segni
    che si chiamano rime.
    Sotto, credi,
    c’è presenza vera di foglie;
    un incredibile cammino
    che diventa una meta di coraggio.”

    Alda era la poesia.
    Buon weekend

  24. Sopra un soffio, soffice, dolce carezza
    Ti auguro una Buona Pasqua
    Gina

  25. Buona Pasqua, caro Naz, un abbraccio!

  26. ..I poeti lavorano di nottequando il tempo non urge su di loro quando tace il rumore della follae termina il linciaggio delle ore.I poeti lavorano nel buiocome falchi notturni od usignolidal dolcissimo cantoe temono di offendere Iddio.Ma i poeti nel loro silenziofanno ben piu rumoredi una dorata cupola di stelle…… ..Lasciatemi divertireTri tri tri fru fru fru ihu ihu ihu uhi uhi uhi!Il poeta si diverte pazzamente smisuratamente!Non lo state a insolentire lasciatelo divertirepoveretto queste piccole corbelleriesono il suo diletto.Cucu ruru ruru cucu cuccuccurucu!Cosa sono queste indecenze?Queste strofe bisbetiche?Licenze licenze licenze poetiche!Sono la mia passione.Farafarafarafa tarataratarata paraparaparapa laralaralarala!Sapete cosa sono?Sono robe avanzate non sono grullerie sono la spazzaturadelle altre poesie.Bubububu fufufufu.Friu!Friu!Ma se dun qualunque nessoson prive perche le scrivequel fesso?bilobilobilobilobiloblum!Bilolu. U!Ma giovanotto ditemi un poco una cosa non e la vostra una posa di voler con cosi pocotenere alimentatoun si gran foco?Huisc…Huiusc…Sciu sciu sciu koku koku koku.Ma come si deve fare a capire?Avete delle belle pretese sembra ormai che scriviate in giapponese.Abi ali alari.Riririri!Ri.Lasciate pure che si sbizzarrisca anzi e bene che non la finisca.Il divertimento gli costera caro gli daranno del somaro.Labalafalalafalalaeppoi lala.Lalala lalala.Certo e un azzardo un po forte scrivere delle cose cosi che ci son professori oggidia tutte le porte.Ahahahahahahah!Ahahahahahahah!Ahahahahahahah!Infine io o pienamente ragione i tempi sono molto cambiati gli uomini non dimandanopiu nulla dai poeti e lasciatemi divertire!…..

  27. Una bellissima poesia che rileggo con piacere, mentre ti lascio affettuosi auguri di una Pasqua piena di pace per te e i tuoi cari.
    Silvia

  28. la Merini è un’icona della poesia, non oso commentarla, ma hai fatto un’ottima scelta nel postarla, piace a tutti noi che ogni tanto tentiamo di metter giù qualche verso.Ti lascio gli auguri più sinceri e affettuosi di una Pasqua serena, insieme ai tuoi cari.un abbraccio, Maria.

  29. Versi bellissimi. Grazie per essere passato dal mio blog!
    Buona giornata,
    Angy

  30. vedo con piacere un susseguirsi di commenti, la Merini non si discute per me è stata una scoperta conoscerla. grande poetessa, grande e coraggiosa donna; . degna. cosi mi è piaciuto dedicargli questi miei umili versi, che hanno preso spunto dalla sua poesia. “i poeti lavorano di notte” che io amo. buonanotte e grazie.di essere qui

  31. Conosco molte poesie della Merini anche quella a cui ti sei ispirato, mi piace quando scrivi che i poeti colgono l’attimo altrimenti svanisce ,quella sensazione che vorrebbero descrive si dissolve presto se non la metti su carta, scrivere sempre in qualsiasi modo serve a tirare fuori le emozioni, sapessi quante persone scrivono poesie e le strappano subito dopo per pudore, è un peccato non poterle leggere tutte se potessi lo farei e scoprirei certamente un mondo migliore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: