Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

UN SOLO NOME

FANT Nelle ombre di disfatte luci
un riflesso giallo cristallo
liquidi pensieri
merletti di vino, inutili carillon

progetti di resa demolizioni in corso
svendo colpe acquirenti non ho
pugnalato ucciso assassinato

dalla gracile nebbia, ebbra di confuse memorie
il carnefice
un ghigno mille volti
infiniti
odiati e mai perdonati

fantasmi
marchiato a fuoco
sul ghiaccio rovente
un solo nome
il mio

Annunci

Commenti su: "UN SOLO NOME" (57)

  1. Ciao Nazz, volevo lasciarti un saluto…
    Un abbraccio e a presto…

  2. GRAZIE INFINITE CIAO

  3. Vacca boia, mi stai facendo lambiccare il cervello.
    Bruce

    • ciao Grande

    • vero Bruce, 😀 anche a me, devo rileggerla attentamente.
      Ciao Zeb, a presto, Ross 😀

      • Un solo nome . perchè non possiamo dare colpe agli altri del nostro malessere es . insucessi sul lavoro delusioni d’ amore mortificazioni varie e altri innumerovoli disfacimenti alla fine i responsabili siamo solo noi . perchè non siamo stati in grado di arginare il negativo facendoci travolgere. ciao Ross. un abbraccio

      • Caspita, grazie Zeb, hai colto il mio attuale stato d’animo,con questa spiegazione. Mi stavo giusto piangendo addosso per una situazione della quale,anche se involontariamente,sono io la responsabile, e perchè? perchè ho dato troppa fiducia e chi non la merita, uffa!
        sono un po’ incazzatella, forse dovrei darmi due sberle dicendo “Svegliati Ross!!”
        Ricanbio l’abbraccio

  4. sei bravissimo………non dico altro
    serena notte caro Nazz

  5. Ciao, Naz.; molto, veramente molto bella!!! Un cordialissimo saluto e buona serata. Osv

  6. Sono dei versi molto forti e si prestano a tante interpretazioni, gli imprevisti della vita e qualsiasi passeggera tristezza divengono i nostri carnefici e ci sentiamo protagonisti di un avverso destino…. Caro Nazzareno per fortuna che cè anche il cielo azzurro, il sole che risplende dopo tanta pioggia e finalmente possiamo anche dire comè splendida la vita ciò che è cupo scompare e il carnefice scompare all’orizzonte… un baciuzzo a te.

    • Si è vero cara Angela, basta che sta ù sole, basta che sta ù mare.Se le avversita si accaniscono verso di noi in maniera ossesiva la colpa non sarà solo degli altri, alla fine un solo nome.
      Baciuzzi amica mia

  7. a volte fai paura sai?

  8. in fondo al cuore ha detto:

    Molto bella….e l’immagine di Belfagor si adatta perfettamente…..buona serata caro Naz! 🙂

  9. inquietante 🙂
    buona serata Naz

  10. Accipicchia Naz, quanto è forte questa tua poesia, sembra un atto d’accusa verso se stessi, ma nello stesso tempo si apre anche ad altre interpretazioni.
    Buona serata carissimo
    Ciao, Pat

    • Sicuramente è non dipanare colpe a vanvera, atto d’ accusa verso se stessi? forse… accollarsi molte responsabilità sicuro ciao Pat

  11. Karmelkarmel ha detto:

    Fantasmi lasciare un nome caldo in mezzo alla neve … il vostro.
    Nazz bella.

    Baci cari amici

  12. è bella tosta questa poesia, da spazio a tante interpretazioni.. però appena l’ho letta mi è apparsa la figura di un uomo che fa i conti con i fantasmi del passato…tosta ma bella Nazz.. ciao Buona serata!

  13. Rebecca ha detto:

    Non ti smantisci mai nel tuo modo di scrivere,,, semplicemente GRANDE ti abbraccio Pif

  14. Molto bella! Sempre più bravo! Ciao

  15. liù ha detto:

    Ti ricordi anche tu di Belfagor ?!
    Quanto mi terrorizzava 😉
    Un abbraccio
    liù

  16. versi duri, quasi una denuncia…difficili da interpretare…
    Un caro abbracciio
    Loredana 🙂

    • No quasi, è una denuncia verso di me, perchè non posso piangere il malessere e dare sempre le colpe agli altri, penso sia ora di finirla, però fa male accettare delle brutali verità. Un abbraccio Lore

  17. Ciao Nazzareno, come stai? I versi sono forti, e il concetto centra il bersaglio: siamo i carnefici di noi stessi alla fin fine. Abbiamo il libero arbitrio. E perdonare se stessi è una delle cose più dure, anche se in superficie sembra che lo facciamo il nostro inconscio non perdona. Un abbraccio e un sorriso

  18. Come sto? vado avanti alti e bassi- Hai tradotto in maniera esplicita i miei versi il problema è perdonarsi veramente ciao un abbraccio

    • ” … perdonarsi veramente … ”
      ma quante ne hai fatte? 😆

      • Ma….. parliamo della vita, dove certe scelte sbagliate fatte in passato ancora oggi si pagano spesso compromettendo il proseguio della stessa poi tutto si supera si va comunque avanti c’è sempre di peggio.Ciao caro Bruce

  19. Una sonrisa de mil caras…la niebla frágil…tu nombre….
    muy bonito……escrito….
    cariños–Nazzareno
    buen fin de semana….
    desde Argentina….
    Mirta

  20. grazie cara Mirta. Argentina di dove? Mia nipote viene a Buenos Aires il 7 febraio, rimane li sei mesi per uno stage universitario Ciao un abbraccio

  21. Siamo spesso artefici del nostro operato sia nel bene che nei comportamenti che
    deludono gli altr,i ma in special modo la nostra indole

    Bravo Nazzareno
    Un caro e sereno week-end
    Sentimental

    • Certo siamo noi gli artefici della nostra vita nel bene e nel male poi possono incidere altri fattori ciao Sentimental buon fine settimana

  22. lo so, ma potrei stupirti anch’io sai…

  23. penso che scrivere versi sia una meditazione profonda, vieni in contatto con il SE’, il vero essere che è sepolto sotto il nostro corpo ,che lo racchiude , lo tiene nascosto e che solo a pochi eletti viene concesso di conoscerlo .
    Con la meditazione travalichi il corpo ,che si annulla per far affiorare la tua essenza.
    che ne pensi?

    • Che ne penso? Penso sia vero quello che tu sostieni.Scrivere versi sicuramente è passione è un modo per dare fondo alle proprie conoscenze, a volte s’inizia a scavare mettendo nero su bianco così per gioco, poi ti ritrovi nudo, solo davanti a te stesso. Qualcuno affermava che scrivere versi tristi e malinconici è più semplice che narrare di estasianti amori e vite serene. Io cerco di dare voce forse meditando a quello che sono sia nel bene che nel male. Tutto sommato è una gratificante maledizione. Un vero abbraccio, a presto.

  24. penso che non è facile fare autocritica, è più semplice dare la colpa agli altri, ma non è onesto,Quando ci specchiamo dentro di noi leggiamo solo il nostro nome. Bella e sinceraquesta tua introspezione. Buona domenica Naz! Un abbraccio!Maria.

    • Fare autocritica forse si mettere le cose in pratica è un altra storia Ciao Maria vederti qui è sempre un piacere Buona Serata

  25. Ciao Naz, eccomi per augurarti una serena notte… molto bella la poesia…
    ti lascio un abbraccio.

  26. Ciao Nazz…. rispecchia un pò il mio stato d’animo di questi ultimi mesi… sarà che ci si porta dentro le cicatrici di scelte fatte in passato e che ora ci sembrano sbagliate… ma a cui ormai non si può più rimediare.. bisogna solo trovare il modo per riscattarle… e prima o poi arriva…
    a presto, Barby!

  27. come dire…il coraggio di ammettere i propri errori e la forza di assumersi le responsabilità. Si è già a metà strada per la ricrescita.
    Bei versi, mai scontati.
    Ciao

    • Grazie per icomplimenti, per il resto si forse è così la strada è faticosa sembra non finire mai Ciao con simpatia buona serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: