Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

Archivio per la categoria ‘cultura’

Un augurio

20150421_153109Un nero mantello un volto velato

seni pesanti e labbra rosse

una nota canzone

un bacio un soldo un arancio

l’amore a ore

un fiume, ci scorre la vita

un canto di un gallo

un’ alba germoglia

il pericolo è passato

la guerra è finita

punto zero al centotrentanove

DSC_0160

Cuore di piombo, un abuso grigio

finestre, nessun amore, odiose fessure

bambini tristi, stracci i balocchi

il tanfo e il disgusto insopportabile

movenze insostenibili: sesso laido, lurido

corpi nudi: uomini e donne: demoni

gente di poco conto, polvere e deliri

goffe controfigure umane

notti insonni, albe rovinate,

volti deturpati derubati del primitivo stupore

uno stuolo di piccoli vampiri sghignazzano

un orrido incubo, fiamme da cui impossibile liberarsi

bruciano, ancora bruciano

nessuno è vivo

qualcuno sopravviverà nonostante

il resto soltanto fiori lugubri

allucinazioni

polvere alcol miseria desolazione

il nuovo mondo è già scomparso, forse non è mai sorto

qualcuno ride, altri bevono e gridano,

folli persi nella loro stessa follia

presunta vita.

la fine è qui in questo posto chiamato inferno

punto zero, al centotrentanove

Amati

DSC_2889

 

Cogli l’attimo non farti fregare

ruba una mela anche due

sussurra parole di miele

ruba dei fiori regalali a un cuore

usa spezie profumate ingioiellati

non nutrirti di surgelati

bevi vino rosso costoso e succulento

muori per la vita amala

ascolta musica, buona musica

leggi sii colto non farti truffare

balla e ridi

sii te stesso ma anche no

non fa nulla, cullati nel bel vivere

si felice sogna ad alta voce. Amati

 

biografia

Bachetti Nazzareno 21 marzo 1962. Scrive per passione, per vivere svolge tutt’ altro. Ama la narrativa, leggere, tirare con l’arco, fotografare, la montagna, il mare, andare in bici, viaggiare. E’ presente in molte raccolte di poeti contemporanei, tutte edite da Pagine editrice. Ha ricevuto menzioni e riconoscimenti a livello nazionale. Dopo “l’ unica chiave” edito da librati “Il coraggio di sentirsi vivi” è il suo secondo libro.

20160819_190407

Nevica

Fiocchi puri ne offese, nessuna infamia

silenzio e punge l’ aria

si ode il canto degli dei

nevica in Ascoli, cristalli

un plauso nel blu argento

io ritorno bambino

respiro la vita affondando i  miei passi nel vanto

sospirando, inalando sognando

e qualcosa rimane nel cuore, nell’anima

qualcosa rimane nel tempo che verrà

nevica in Ascoli, nevica.dsc_4649

un tram

dsc_4055Il giallo tram urlò e arrestò la sua corsa

il fumo del letto cosparso di poca acqua avvolse il paesaggio

fiocchi grossolani come vischio bianco nel cielo sparsero

fino a cadere, a morire

lei scese

bella, bellissima, elegante come una farfalla

ricamata in seta bionda, persa nel blu incanto dei suoi occhi

un visibilio nel marasma di una sera come tante

confusa tra le vite altrui prese a camminare

non la vidi più

sagoma devastante dei miei infiniti incubi

dei i miei rari sogni

l’amore che volge al desio

un teso ricordo rimane nelle inutili e vuote tasche

un dolore crocefisso al mio cuore

un tram che non si è più fermato

Buon anno

dsc_4367Il cielo sprigionò una luce irreale, fosforescente. Il buio sgretolò, l’alba si fece coraggio e rinsavì, finalmente il futuro apparve, roseo come la pelle di un bimbo appena nato. Qualcuno esclamò “alleluia” il vento è buono, ora vado, spiego le vele al mondo, dono il cuore al mare, l’ anima al cielo, volo. Sono vivo, davvero sono vivo. Ci credo, il sole, la pioggia, nessun timore, volo, nell’infinito vivo. 2017 e oltre AUGURI A TUTTI

Tag Cloud