Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

Articoli con tag ‘AMORE’

Quel tuo sorriso amaro

DSC_0414

In quel corpo ti amai
scorrevano i colori i progetti,
la vita intera
nel buio delle notti
nel velo delle stelle
mi nascondevo dietro la luna
e ti guardavo
il bambino che eri, i tuoi ricci sfarfugliati
e su ogni cosa quel tuo sorriso amaro
meraviglioso
ti amavo o sì, ti ho amato e quanto ti ho amato
un mondo, un universo, tutta la tua pelle e la mia
la tua anima
in un sputo di acqua ti sei spento
veleno
non capivo,codarda ti avevo abbandonato
e ora il sogno è infranto, l’universo non ha vie di uscita
e tu non ci sei più
ciao sofferto amore, ciao
a presto se mi vorrai ancora
a me basterebbe rivedere quel tuo sorriso amaro
ora ho lacrime che non dovrei versare
sofferenza che vorrei vendere
altro non ho, altro non rimane
che il ricordo di quel tuo sorriso amaro
fa male un pugno nel viso
non so se ancora sarò
e tu? E noi? Non so.

Banale amore

dsc_0365

Banale; un tramonto  perso nel rosso del proprio fuoco

un cielo; troppo vasto, ma da perdersi nei tuoi incredibili occhi

e banalmente mi ci perdo anche io

questa giornata che agonizza lenta

respiro la mia vita

e mi perdo nella tua

banale; amarti, mera attidudine, fin troppo facile

banale; rimanere a fissarti, guardati, vederti,

fino ad immaginarti

per poi perdermi di nuovo

banale; versare lacrime per te

vorrei vivere mille volte

e perdermi ancora

per amarti e ancora amarti,

volge l’ orizzonte

vele leggere prendono il largo

il tuo sorriso illumina la via

sono sicuro di essere perso

in un banale scorcio di tempo

il nostro

immerso nel profondo

di un banale  amore

Maria Maddalena il mio nome

086

Piansi un frutto goloso, peccato del mio ventre

un uomo, un Dio, nessuno,

non conosco, ignoro il dolore

bramavo l’ amore e il turpe sesso

nella selvaggia tempesta…

nuda

piango nel supplizio eterno

chiedo perdono al padre

allo spirito remoto al nefasto impero

raccolgo stille di sangue e sudore

mi pento, credo

ora spero nella nuova vita

nella mia nella tua

perdono perdono perdono

il cielo s’ inarcò e il sole guaì

luce

io puttana misera servitrice

Maria Maddalena il mio nome

credo

al tuo regno

al tuo calvario al tuo essere uomo

credo o mio signore presunto amore

credo e vedrò la luce della tua eterna sofferenza

credo o mio signore

perduto amore… credo

 

BUONA PASQUA A TUTTI

Nazzareno

Fiocchi di sole

SDC12243

Fiocchi di sole disegnano il corpo

fragili i capelli scintillano

tu bella da far male

origlio il tuo vivere

ti sussurro in voluttuosi sguardi

nel cruciverba degli incontri incrociano i tuoi

latte e fragole, tu

té all’arancia, io

baci accesi, di colpo soffusi

mormorano nel nostro ardito dialogo

ti spengo mi spengo

non vivo se non vivi

amaro torno a casa

non ho alibi né aria né tempo

Bologna, il destino, la stazione un arrivo

rivivo e riaccendo i ricordi

aspettando la tua presenza,

il tuo sorriso, il nostro amore.

Auguri…

 

DSC_0490

Passeggiare tra la gente a Bolzano, mangiando uva stupiti nei decori natalizi e l’ incantevole mercatino, in un sole pallido nell’Immacolata. Barcellona i suoi colori, un andirivieni frizzante, gustarsi il calore dell’anno andato, berne i ricordi, mangiare ciliege, buone più del pane, care più dell’oro, aspettare il nuovo, augurarsi il bene, un vivere sereno in pace. Goderselo sotto luminose stelle e una cattedrale imponente nell’intimità del luogo,tra sconosciuti, come fosse casa. Le finestre di Amsterdam, il visibile vivere, lampade accese, letture di giovani ragazze, un’anziana versa del tè al compagno di sempre, bambini  giocano. Visioni; addobbi natalizi. Fuori è buio da nulla giorno. Biciclette, Amsterdam, i suoi canali.

Moschee, cupole d’ oro, frontiera tra oriente e occidente. Barche, gabbiani, salire, scendere, oltremare, comunque andare. Burqa, sorrisi nascosti, occhi di passione. Tempeste di neve, il sole all’improvviso. Altopiano, direzione futuro, Istanbul.

I tuoi occhi, la fremente fiamma, ciocchi di legna, liquori e sussurri, cioccolato e coccole. Noi. Il vento tra gli arbusti, il cuore del monte. Affetti, luce a mezzanotte, iride. Auguri. Le mani si cingono in una stretta leale, il cuore oscilla. Il rumore della vita ondeggia, il suono delle nostre anime stona in un’armonia lontana di colpo vicina, ritorni… l’amore… il vivere insieme. Auguri.

Nuda

139

Nuda: la tua pelle
seta all’improvviso
melodie gitane i tuoi occhi
perla preziosa il tuo sorriso

Nuda: irradi nella stanza
profumo di mare essenze floreali
il tuo canto la tua voce
un pesco in fiore

Nuda: mi abbracci, sussurri dolcezze
caramelle di zucchero e aromi
mi baci, velluto le tue labbra
l’amore ci avvolge ci strugge

Nuda: i tuoi seni frutta fresca al mattino
raggi di sole tepore d’autunno
il tuo corpo fragoroso, armonia di stelle
respiri, respiriamo ancora
e poi nel vento nell’immenso nel sempre

Nuda: nell’incanto, al tramonto dei secoli
Tu sei e sarai lo stupendo amore

All’Amore.

Ti penso

009
Ti penso

Nel vento si sparse
come onda verde in un frusciare
melodie di primavera
bianche le nubi,
giocano
sbarazzine si sfuggono
la terra, il bosco,la montagna
assorto nell’infinito
ascolto il sereno sgorgar dell’acqua
la speranza
la saggezza
l’amore
luce al mattino tu irradi
ci sei
bambino avvolto in un puro sentimento
ti penso

Auguri Mamma

Anche se in ritardo auguri a tutte le mamme

Tag Cloud