Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

Articoli con tag ‘ascoli piceno’

Un’ emozione unica

060039017005
Ieri come già sapete si è tenuta in Ascoli Piceno la presentazione del mio libro, “L’Unica Chiave.”Un’emozione unica, stupenda da brividi. Adrelina pura vedere le tante persone presenti. Un piacere enorme aver conosciuto Silvano (Bruce) amico qui nel blog. E’ stato faticoso sviscerare i ragionamenti spiegare e rispondere alle domande del relatore, il mio amico di sempre Marco. Alla fine tutto andato bene, la tensione si è allentata trasformando la presentazione in una chiaccherata tra vecchi amici. Interessante aver conosciuto nuova gente, tra cui alcuni scrittori e con loro aver scambiato idee, ascoltato suggerimenti e consigli. Poi trovarmi sommerso dal calore e l’affetto dei presenti, per un attimo ho creduto di essere un vero scrittore: ho stretto mani ho autografato libri era come essere caduto nel cuore di un sogno. Ora speriamo tutto prosegua per il verso giusto, così da togliermi qualche altra soddisfazione. Grazie ancora a voi amici, nonostante la distanza con i vostri messaggi mi avete raggiunto avvolgendomi con il vostro affetto. Veramente una bella giornata. Speriamo ce ne siano altre così.
Un abbraccio Nazzareno Zè

PER DIRVI GRAZIE

005003004
CARI AMICI
VOGLIO CONDIVIDERE CON VOI UN PICCOLO SOGNO CHE SI STA REALIZZANDO; E’SOLO UN INIZIO O MEGLIO E’ IL PROSEGUIRE UN PERCORSO PRESO. E’ USCITO IN LIBRERIA (PER ORA SOLO ALLA “RINASCITA” DI ASCOLI PICENO) IL MIO PRIMO LIBRO DAL TITOLO “L’UNICA CHIAVE” EDITORE “LIBRATI”. QUESTO MIO SOGNO SI E’REALIZZATO GRAZIE ANCHE A VOI CHE MI AVETE SEGUITO IN QUESTI ANNI, LETTO E COMMENTATO; DANDOMI COSI’ LO SLANCIO, LA VOGLIA DI PERSEVERARE IN QUESTA MIA PASSIONE. STATE TRANQUILLI NON VI ABBANDONERO’ CONTINUERO’ SEMPRE AD ANNOIARVI CON I RACCONTI E LE POESIE. QUESTO SPAZIO E’MOLTO IMPORTANTE ORMAI FA PARTE DELLA MIA VITA. E’ UNA SORTA DI DIARIO, UN LUOGO DI OSSERVAZIONE, QUI’AFFONDO I RICORDI, LE GIOIE I DOLORI, GLI SMARRIMENTI E LE CONQUISTE. SOPRATTUTTO HO MODO DI CONFRONTARMI CON VOI LEGGENDOVI E RIFLETTENDO SUI VOSTRI SCRITTI, PUNTI DI VISTA PARERI E CONSIGLI; COSI’ DA IMPARARE E CRESCERE NON SOLO NELLA PASSIONE DELLA NARRATIVA MA ANCHE COME UOMO. OGNI VOLTA CHE SCRIVO MI ISPEZIONO, CERCANDO DI CAPIRE IL MIO VERO IO, CATTURANDO QUELLE SENSAZIONI ESSENZIALI A ME SCONOSCUTE O POCO COMPRESE. IL BLOG E’ UN MONDO NEL MONDO DOVE TUTTI DANNO SPAZIO ALLE PASSIONI MOSTRANDO SPESSO IL LATO MIGLIORE.
GRAZIE DI CUORE
NAZZARENO

CHIUNQUE AVESSE LA POSSIBILITA’ E LA VOGLIA DI PARTECIPARE A ME FAREBBE UN’IMMENSO PIACERE, SAREBBE ANCHE UN MODO PER INCONTRARSI E CONOSCERSI.
VI INVITO
SABATO 20 APRILE ALLE ORE 18 ALLA LIBRERIA RINASCITA DI ASCOLI PICENO ALLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO.

la quintana; un tuffo nella storia

LUCA INNOCENZI VINCITORE DELLA GIOSTRA DELLA QUINTANA  EDIZIONE IN NOTTURNA DI LUGLIO


capitani d’ arme

Il secondo sabato di luglio al calar del sole, millequattrocento personaggi in costume medievale, si danno appuntamento nella piazza posta tra due bellissime chiese, quelle di San Vincenzo Anastasio e San Pietro Maritire, sono impazziti!?  NOO !!!  Ci troviamo in Ascoli Piceno  da quella piazza prende il via i l’edizione in notturna della QUINTANA, rievocazione storica.  Avanti a tutti imponente,  il gonfalone comunale seguito dal drappo del palio dedicato alla Madonna della Pace, verrà assegnato al campo giochi dopo la sfida cavalleresca a singolar tenzone. Capeggia la sfilata il Magnifico Messere impersonato dal sindaco della città, con lui le magistrature, gli assessori comunali. Il corteo è di rara bellezza, sfavillano eleganti i costumi riprodotti fedelmente agli originali del quattrocento. La sfilata inizia ritmata dai bravi musici, tamburini e chiarine. Giunti nella meravigliosa Piazza del Popolo, gli sbandieratori approffitando dello slargo, si esibiscono in vere e proprie magie, componendo con le loro bandiere  figure di rara bellezza, facendole volteggiare alte nel cielo quasi a sfiorare  le stelle.

sbandieratori e musici.

 Si prosegue tra due ali di folla entusiasta , il caldo è soffocante, lo spettacolo rende merito al sacrificio, incantevole osservare il marciare solenne dei capitani d’arme, seguiti dai  fanti, passano i bravi arcieri, i falconieri, splendide le dame ammalianti e sorridenti, una corte al completo. Dopo circa un’ora il corteo giunge al campo di gara,compiuti i solenni giuramenti, aver salutato doverosamente le magistrature, i figuranti sciamano accomodandosi su delle tribune a loro riservate. Il campo è libero fanno ingresso i sei cavalieri giostranti che si contederanno la vittoria finale. Gli spalti sono gremiti, molti i turisti presenti, soprattutto tanti ascolani, ognuno  tifa per il proprio sestriere d’appartenenza, così vengono definiti i quartieri della città nel gergo quintanaro. Inizia la gara: ogni cavaliere per tre volte deve percorrere una pista disegnata a forma di otto, cercando di impiegare il minore tempo possibile, nel contempo, con la lancia fare  centro al bersaglio, posto nel mezzo del percorso, su di un fantoccio meccanico raffigurante il temuto saraceno. La giostra è avvincente e molto combattuta, dopo le tre tornate il dominatore assoluto risulta essere il ventottenne di Foligno cavaliere di Solestà, Luca Innocenzi, in sella a Dorrilas, un purosangue inglese di otto anni. Gara strepitosa la sua, ha dominato la scena senza lasciare scampo ai pur bravi avversari, solo il cavaliere di Porta Tuffila, Massimo Gubbini è riuscito a tenergli testa fino alla fine, poi si è dovuto arrendere allo strapotere del binomio gialloblù. Finalmente dopo tutte le verifiche del caso, viene assegnato l’ambito trofeo, il palio.  Mezzanotte è già trascorsa l’ ora è tarda, non importa, la festa per il ventunesimo palio, nel sestriere del sole può avere inzio.

festeggiamenti nel sestriere di PORTA SOLESTA’

nobile scortato da due armati

La quintana di agosto, quest’anno si svolgerà domenica sette, è quella detta della tradizione, in omaggio al Patrono cittadino, Sant’ Emidio protettore dal terremoto. Gli ascolani sono molto devoti a questa figura.La settimana che precede l’ evento le taverne dei sestrieri si animano con danze e feste.Si potrà cenare, gustando le prelibate pietanze della zona, compreso le famose olive ascolane.Le serate saranno allietate dalla musica e l’ esibizioni di: Mangiafuochi, giullari, giocolieri, trampolieri e tanto altro.

Nel settembre 2008, in questo blog ho pubblicato un post, dedicato alla storia di Sant’ Emidio. 

una Dama
Una simpatica curiosità. Alle cene propiziatorie che si svolgono nelle sedi dei vari sestrieri la sera prima della giostra, al momento della presentazione della Dama che cambia ogni edizione, viene intonata goliardicamente dai sestrerianti in segno di buono auspicio, una canzocina. Recita così: Se la dama è una puttana nù venceme la quintana.etc etc. Ovviamente la dama di turno la canta con loro ridendo.

 Gubbini cavaliere di Porta Tuffilla                  capitano

un momento della sfilata nella meravigliosa Piazza del Popolo
La Quintana dagli Ascolani è molto sentita, alla stregua del palio di Siena.
le foto di questo post sono state scattate da Rosi, la mia compagna.

Tag Cloud