Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

Articoli con tag ‘carnevale’

Amaro carnevale

01022008(004)

Il crepuscolo nel borgo,

maschere barcollanti dileguano

coriandoli, frammenti vetri rotti

spezzati nell’animo

lo fui io

nel tempo delle sprezzanti promesse dei giovani egoismi,

uragani di fresca gioia

 

Fili d’argento e solchi arroganti

disegnano il viso

rughe

mordono nell’animo fanno male

rimescolano embrioni di effimera ribellione

 

Al paese son rinvenuto carico di onerosi fardelli

un brivido, un’antica emozione mi stronca

sei tu

chinata sopra meraviglie imbastite

l’ arte del tombolo

occhi brillanti si innalzano, sorridono discreti

stringono intricano sulla mia espressione stanca

la maschera dell’ uomo

rimpianti

 

Schiamazzi confusi in un nostalgico squillo

luccica l’ottone

la notte preme, il ventre si anima

conto i miei passi da qui al nulla

scusandomi della follia di averti lasciato andar via

il tempo è battuto è passato e come oro detestato fonde

ai sassi è colato

 

Nella stretta via schiude la torre

l’ orologio calpesta l’ ore

nell’istante figure oscillano si colorano

odori di frappe e liquori

ed io

tra malinconie e barlumi di allegria

ti stringo a me, al remoto fermento di quell’amaro carnevale

un amore s’ infligge al cuore

affanna in un’ombra sbiadita di vite vissute

di amori rubati, denudati e al vento abbandonati

 

 

Annunci

SILENZI

silenzi solo silenzi
che parlano di fuochi e chiare albe
sbiaditi ricordi di gioventù
rossi tramonti eterni colori sfumati gli amori
il vino i canti l’allegria
frammenti

pazze le corse le gioie i dolori
i finti tormenti i falsi sentimenti
i baci il mare il carnevale
balli risate tante mascherate
frammenti

arrostisco castagne
spengo i ricordi chiudo la luce
tutto tace

la luna illumina il vento allunga la notte
scaraventa pensieri
quello che eri i giorni di ieri
apre varchi alle malinconie
dona vita a nuove sofferenze sboccian speranze

nulla è perduto solo tanto vissuto troppa fatica
rovisto e trovo frammenti guardo la vita
finalmente riposo ascoltando l’autunno
silenzi

Tag Cloud