Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

Articoli con tag ‘coraggio’

Sai mi dispiace

DSC_1078

 

Sai mi dispiace

vederti: trasformare impoverirti camuffarti

guardarti mentre ti affardelli nei gesti del brusio quotidiano

cadendo in uno stato di miseria umana

facendo finta di niente, mentre soccombi e ti arrendi

ti dibatti, fingi di crederci e urli al mondo

“No. non è vero. Io non sono in tal modo.”

Nel frattempo piangi come un animale ferito, non più libero

ora sai che sei diventato da cortile, un oca starnazzante, insulsa

e comunque urli ancora

“Io non sono questo!”

Sai mi dispiace non riconoscerti

a volte, spesso, non mi riconosco neanche io

e questo mi duole ancor più

vorrei trovare il coraggio di dirti:

non venderti, non farti male ancor più del necessario

la vita è fatica, il pane è spesso raffermo

non cadere nel tranello, è banale fin troppo scontato

tu, noi, cerchiamo di evitare, non inciampiamo, non sprofondiamo

non vendiamoci per dei volgari centesimi

la dignità di un essere umano non si baratta con nulla

non esiste un prezzo

guardarsi allo specchio e vedersi per quello che siamo

è il sole nel sole anche quando fuori è freddo

sai mi dispiace amico mio vederti ridotto così

davvero

io come un inutile Don Chisciotte

vagheggio immerso in un buio pesto

quello delle nostre vili esistenze

sai mi dispiace

davvero tanto

vederti così, vederci così

 

Dedicata un po’ a me,  un po’ a te

Un po’ a noi,

Un po’ a tutti…

Annunci

Ricordo quel bimbo

In quest’ angolo rimango seduto,

confinato tra lo spartano travertino, e l’ uva appesa al sole

i ricordi, i remoti progetti, i colpevoli errori, le esplicite solitudini,

i giochi fatti di poco, di nulla

l’ estati troppo lunghe affogate in una noia cupamente afosa

 

Sognavo il mare, un giocattolo, un amico

una tristezza inconsapevole divorava il respiro

consumavo aspettando un dì di festa

una qualsiasi emozione, un banale movimento

che possa esser stato vento o pioggia

tutto accomodava, anche burrasca

l’importante un urlo si levasse nel vuoto che un alito accadesse

non capivo, non conoscevo

 

Ora rivedo quel bimbo attraversare la strada

voragine di vita,

tuffarsi nell’incognito

sfumare fino a scomparire, ridere, piangere

ansimando vivere

 

Ritrovo quel bimbo

i calzoncini corti e le gambe rosse

limoni amari

la speranza nell’animo, un segreto nel cuore

ricordo quel bimbo e il suo coraggio

il suo amore disperato

non compresi mai la sua voglia,

la speranza di calpestare una terra diversa

 

Lo osservai oscillare lento come prigioniero cullarsi in una bolla

gli si rivelò nella veste più crudele, un assurda chimera

lo vidi fuggire

nascondersi nel barlume di un sogno

infine spaventato lo sorpresi  sveglio

nel volto impresso un remoto stupore

e nel primitivo nome si sentì chiamare:

libertà

autismo-1

 

A chi pensa che nella vita qualcosa ci venga regalato. Nulla è gratis.

 

Fuori è maggio

039
Fuori è maggio: delizie e canti
bevute, gioie, amici e pianti
una figura adagia
nel letto stanca
una fiaba di sole solitaria filtra, rarefatta soccombe
un volto gentile si allunga nell’ombra
docile sul petto un petalo si cheta
boccioli: rose della terra amica,
un sorriso caro, aggraziati versi
dagli occhi si schiude
un cenno, una lacrima
le ore son poche, ho dato, ho vissuto
rimango ancora, lo faccio per voi
di nulla ho rimpianto
raccolgo la spiga frumento di vita
dei tuoi fiori mi orno e ne gusto l’essenza
è maggio: il tramonto un tenero incanto
la paura una rima, infonde coraggio
un altro viaggio mi attende
non allungate l’istante e ricordate
fuori per voi: è sempre maggio

Ciao Claudio

Tag Cloud