Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

Sono rinato

Alle fiamme degli inferi sono giunto
annegato in un pozzo senza fine
non disperatevi
ho visto il peggio ed altro
ho visto il mondo e le sue composizioni
in un giorno di fredda primavera sono rinato
seduto su di un prato
ho pregato ho cantato
non gioite
al termine di questo cammino sono arrivato
o forse,
soltanto partito.
027

BUONA PASQUA A VOI CARI AMICI GRAZIE DI CUORE
Nazzareno

Mutevole è la Notte

Mutevole è la notte, riflessa nei suoi bagliori
assorta nei suoi silenzi
sconfitta dall’umana essenza

Sveglia è la notte, trafitta nei suoi fragori
giovani baldorie, bollori fugaci

Tragica è la notte, nei suoi pianti
nelle bevuti immorali
le assurde corse e schianti mortali

Fredda è la notte che vaga solitaria
in un corpo vagabondo, saccheggiato,
ferito, deriso

Splendida è la notte, sognatrice sconfinata nelle nuvole
inguaribile poesia
sfiorano i pensieri trasudano gli umori
fioriscono gli amori

Mutevole è la notte quando cauta si spegne
nostalgica
in un fuoco di fermento,
solamente un effimero concentrato
solamente un arrogante rumore

Amo la notte, nelle sue sfumature, nel suo silenzio, piena nella sua sconfinata vita.
Amo la notte e i suoi attori.
125

il tuo

Vorrei fosse primavera, non rovi non roghi
vorrei tu non mi lasciassi
cadrei
vorrei il suono muto di bocche impertinenti,
affaccendate stucchevoli;
maledirei la mia ira
il mio non tacere, il mio tuonare perverso: feroce
il cuore spinge, irrigidisce: patisce solitario
e ignaro
di un pensiero, un velo
un rigo di silenzioso amore
il tuo

A chi mi vuole veramente bene.
io puntualmente deludo e ferisco

071

Premio dardos

premio-dardos-a-cuaderno-en-piel-dr-lauzurica-dermatc3b3logo-www-lauzurica-wordpress-com1
il premio mi è stato assegnato dalla mia cara amica Angela “il tempo delle riflessioni”
il regolamento è MOLTO semplice: mostrare la foto del premio e riassegnarlo a 15 blogger
io lo faccio
i miei 15 blogger sono:
1)tutti quelli che ancora hanno la pazienza e la voglia di seguirmi
2) Patrizia Mezzogori melodia del silenzio
3) lucetta
4) Bruce
5) Libera Accanto al cammino
6) Paolo Popof libera mente
7) Osvaldo Cordialdo \ Profumo di donna
8) Marina Principessa sul pisello
9) Trisch il profumo delle mie emozioni
10) Fausta Nonna Fausta
11) Rosa Rosa Andronoco
12) Antonietta pro mundi beneficio
13) Donatella Gammazita l’ isola egli angeli
14) So. se. \So se.
15) Maria tombako
16) Loredana Ombra di un sorriso
Grazie ancora ad Angela e tutti. Un saluto a quelli che ci sono e quelli che per disparati motivi ho perso di vista e spero di rincontrare.
BUONANOTTE

Crederò

A piedi scalzi su un prato di seta
gialle rime fioriscono, petali
sincronie di brezze e piogge leggere
manti di spumose e mutevoli nubi.
Occhi di bambina, giochi di primavera
sull’altalena gongolano i miei sogni
rincorro il futuro
ti guardo bagnata da un sottile raggio di luce
svanire leggiadra, e carezzevole
un profumo di canditi e biscotti appena sfornati
nel cuore di un giorno di bianco vestita
crederò alla tua promessa
crederò ai tuoi sussurri
i baci,
tempi di grevi presagi
crederò alla mia, tua storia
alle favole e se vuoi anche all’amore
che dici di donarmi come frutta fresca
in una notte di marzo di confuse stelle
crederò, solo se tu vuoi
io crederò

029

Ci fu un tempo

Ci fu un tempo per la vendetta, uno per l’odio
un altro per il rancore, il furore e la rabbia
ci fu un tempo per piangere, per non vivere
ci fu un tempo che fu mio, nostro
ci fu un tempo dove mi chiamavano padre
masticai terra amara e tabacco, bevvi vino e varechina
ci fu un tempo dove nulla mi incuteva paura
dove il vento fischiava forte e il mare aveva il sapore aspro della burrasca
ci un fu tempo per l’amore
ci fu un tempo in cui ero solido e vivo
lascio i ricordi e un paio di soldi
delle scarpe nuove e un bicchiere di rosso genuino
creduto sotto un pino porgo un gentile saluto
e con allegra maldicenza
brindo a voi brindo alla morte

Lupo_001

la sua storia

1982312_1476440342570295_2035307238_n[1]

Ogni uomo ha la sua storia
io ne ho alcune da raccontare
non sono fiabe
non ci sono regine e principi
streghe e meschini cavalieri si quelli si
esistono istigano feriscono
a volte uccidono
ce ne sono storie da raccontare
di strada di vento di donne e di vino
all’ ombra di un castagno
nel bosco di rugiada
ferito da un profumo intenso d’amore
stesa su un dipinto di muschio
adagio la mia

Tag Cloud

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 202 follower